LUIGI FICARRA, Lettera a Luciana Castellina

Cara compagna Castellina,
nell’articolo pubblicato nell’inserto del Manifesto del 29 dicembre scorso, 

Nella mia agenda gli indizi di futuro migliore”, scrivi che “la prima scadenza importante della mia agenda 2017 è in data 14 GENNAIO: a Palermo celebriamo il compleanno – il 95mo – di Nicola Cipolla. La sua storia coincide con quella delle grandi lotte per la terra in Sicilia; e testimonia il prezzo che fu necessario pagare per strappare la riforma agraria più avanzata d’Italia: 36 dirigenti sindacali ammazzati fra ’46 e ’47”.

Osservo che è errato il giudizio che dai della riforma agraria realizzata in Sicilia nel dicembre 1950.

GAETANO AUGELLO, Canicattì - La festa "di li TRI RE"

Una recente rappresentazione "di li tri re"
La rappresentazione "di li TRI RE", pur avendo qualche collegamento con i sacri misteri medioevali, ha origini relativamente recenti. L'idea pare sia venuta ad un maniscalco canicattinese, Luigi Antinoro, che nel 1870 torno' dal servizio militare portando una raffigurazione dell'adorazione dei Magi. Parlo' della sua idea di realizzare una rappresentazione su questo tema con alcuni amici, Nunzio Lo Brutto, Giuseppe Tardino e i fratelli Salvatore, Giuseppe e Francesco Russo che aderirono con entusiasmo.

Mostra fotografica, Canicattì com'era




Foto storiche tratte dal volume del Prof. Gaetano Augello
Canicattì - La storia e le tradizioni

23 dicembre 2017
Palazzo Lombardo La Lomia - Canicattì

Gaetano Augello, SANTA LUCIA E CANICATTÌ

Santa Lucia è una delle figure più importanti del Martirologio Romano: conosciuta e venerata in tutto il mondo, presente in celeberrime creazioni letterarie, a cominciare dalla Divina Commedia di Dante, resa immortale da innumerevoli capolavori artistici; ma è, soprattutto, presente nella cultura e nelle tradizioni popolari delle grandi città e dei borghi più remoti.

PAOLO MISURACA, Progetto Erasmus plus KA2

Si sono appena concluse all’’II.SS. “ Galileo Galilei” di Canicattì  le prime  attività del Progetto Erasmus plus KA2 cofinanziato dall’Unione Europea.

MASSIMO RASO, 21 Dicembre 1947 la Strage di Canicattì: #noinondimenichiamo!

CGIL: DOVEROSO RICORDARE QUELLA STRAGE

Lettera aperta al Sindaco di Canicattì



In tutta la Sicilia nel corso del 1947 si ebbe un’escalation terroristica di inequivocabile marca agrario-mafiosa con attentati a singoli dirigenti delle Camere del Lavoro e con stragi: a Sciacca fu ucciso Accursio Miraglia, a Canicattì Antonio Mannarà scampò alla morte per la pronta autodifesa armata.